Attività su Cecco Angiolieri

Condividiamo una simpatica attività svolta dalla classe 1C: nonostante la chiusura della scuola, le attività continuano!

Cecco Angiolieri nasce nel 1260 da una famiglia nobile e agiata. Conduce un’esistenza inquieta e rimane coinvolto in diverse risse e processi. Morirà in povertà nel 1312.

S'i' fosse foco è un sonetto scritto da questo particolare poeta e appartiene a una tradizione letteraria goliardica, improntata cioè allo scherno e alla dissacrazione delle convenzioni. È il testo più famoso di Cecco, in cui l'autore sfoga il suo malumore contro il mondo augurandosi di poter seminare distruzione e coinvolgendo nella sua "furia" anche i genitori, colpevoli di non dargli abbastanza denaro per i suoi vizi. Il tono in realtà è più scanzonato che arrabbiato e con questo strano componimento Cecco vuole divertire gli amici.                                                  

Al termine della lezione su Cecco Angiolieri, il prof ci ha fatto fare un lavoro molto simpatico: scrivere una poesia in modo ironico e divertente sullo stile di quella analizzata in classe.

Per scrivere la poesia abbiamo utilizzato la scheda che il prof. ci aveva consegnato in classe e usando la nostra fantasia abbiamo creato un lavoro bello e divertente, soprattutto perché abbiamo potuto lavorare a gruppi.

Secondo noi il prof. Grasso ci ha dato da fare questo lavoro perché ha visto la nostra voglia di migliorare e molta partecipazione alle attività che propone e con questo ha voluto premiarci con questa occasione per alzare la media. Noi ci siamo molto divertiti a fare questo lavoro, confrontando le nostre idee e dando sfogo alla fantasia.

Nicolò Di Tos: per me questo lavoro è stato utile perché è una cosa che almeno io non ho mai fatto ed e stata una bella esperienza provare a scrivere una poesia.

Gabriel Macovei: in verità il lavoro che abbiamo fatto è stato abbastanza bello perché potevamo fare come volevamo.

ALCUNI VERSI DEI CAPOLAVORI DELLA NOSTRA 1C

Se io fossi una porta non vorrei restare chiusa

Se io fossi uno zaino non vorrei essere riempito

Se io fossi una lumaca vorrei correre nei prati

Se io fossi un motore a 2 tempi sarei sempre dal benzinaio

Se io fossi un pezzo del puzzle sarei sempre il pezzo mancante

Se fossi Don Bosco aprirei un chiosco!

Se fossi un elettricista, sulla tomba vorrei scritto “si è spento all’improvviso”!

Se fossi una sveglia suonerei solo a mezzogiorno!

Nicolò Di Tos e Gabriel Macovei, classe 1C

  • anno formativo 2019-20

SEGUICI SUI SOCIAL

             

CFP CNOS-FAP DON BOSCO - via XIII Martiri, 86 - 30027 San Donà di Piave (VE) - tel. 0421 338 980 - Organismo di Formazione accreditato dalla Regione del Veneto