Castagnata 2019

Lunedì 14 ottobre: giornata speciale per il nostro C.F.P., perché abbiamo vissuto la tradizionale Castagnata!

“Nel mese di novembre, don Bosco aveva portato tutti i ragazzi dell’Oratorio festivo a visitare il cimitero e a pregare. Per quando fossero tornati, aveva promesso le castagne cotte. Ne aveva fatte comprare tre grossi sacchi. Mamma Margherita però non aveva capito le sue intenzioni e ne aveva fatto cuocere soltanto tre o quattro chili. Giuseppe Buzzetti, il giovanissimo economo, arrivato a casa prima degli altri, vide la faccenda e disse: - Don Bosco ci resterà male. Bisogna avvertirlo subito. Ma nel trambusto del ritorno di tutta la truppa affamata, Buzzetti non riuscì a spiegarsi.

Don Bosco prese dalle sue mani la piccola cesta e cominciò a distribuire le castagne con il grosso mestolo bucherellato. 

Nella baraonda Buzzetti gli gridava:

- Non così! Non ne abbiamo per tutti!

- Ma ce ne sono tre sacchi in cucina.

- No, queste sole, queste sole! -, cercava di dirgli Buzzetti mentre i ragazzi urlavano e premevano a ondate. Don Bosco rimase interdetto.

- Io però le ho promesse a tutti. Continuiamo così fin quando ce ne sarà.

Continuò a distribuirne un mestolo colmo a ciascuno. Buzzetti guardava nervoso le poche manciate rimaste in fondo al cesto, e la fila che sembrava sempre più lunga. Qualcuno cominciò a guardare insieme a lui. A un tratto si fece quasi silenzio. Centinaia di occhi fissavano sgranati quel cesto che non si svuotava mai…

Bastarono per tutti. E forse per la prima volta, quella sera, i ragazzi con le mani piene di polvere di castagne gridarono: Don Bosco è un santo!

Da questo episodio della vita di San Giovanni Bosco nasce anche la tradizionale Castagnata del C.F.P., che si arricchisce con visite tecniche e didattiche specifiche per ogni settore professionale.

Ecco nel dettaglio le attività svolte da ogni gruppo classe.

Prime: da qualche anno la castagnata viene vissuta in C.F.P. e in oratorio, con un’importante attività in preparazione all’elezione del rappresentante di classe. Non mancano attività e giochi per rendere bella ed entusiasmante la mattinata!

Seconde settore Automotive_visita alle officine dell’azienda ATVO di San Donà di Piave.

Seconda e terza settori elettrico/energie_Azienda Bioman S.p.A. di Maniago (PN), che produce energia pulita tramite il recupero di rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata.

Seconda e terza settore informatico_Azienda EAS S.p.A. di Schio (VI), specializzata nell'assemblaggio di schede elettroniche tradizionali e smd, dalla progettazione alla fornitura del prodotto "chiavi in mano".

Seconda e terza settore meccanico_Azienda Dal Ben S.p.A. di San Stino di Livenza (VE), che si occupa di Progettazione e costruzioni meccaniche.

“Rivolgo a voi un ringraziamento per la bella presenza. Soprattutto faccio i miei complimenti ai ragazzi per l’atteggiamento di interesse che loro tutti hanno dimostrato, complimenti agli insegnanti che li hanno preparati e seguiti. Sappiamo tutti quanto sia importante rilanciare la passione per la meccanica e la forte necessità di preparare ragazzi competenti in questo campo. Un ringraziamento particolare va anche al pensiero dell’immagine di don Bosco che mi è stata donata, dono che metterò in vista in onore non solo di ciò che ha trasmesso nel suo percorso, ma con orgoglio di essere stato un exallievo del don Bosco. Auspico che tutto questo possa essere importante per la crescita dei ragazzi!” (Gabriele Dal Ben - General Manager)

Terze settore Automotive_Azienda Nuova SandonAuto di noventa di Piave, che si occupa di veicoli industriali.

Quarte_Ecor International di Schio (VI), che produce componenti critici in acciaio e leghe speciali.

Prof. don Michele Peruzzi e Alessandro Ferro

  • anno formativo 2019-20

SEGUICI SUI SOCIAL

             

CFP CNOS-FAP DON BOSCO - via XIII Martiri, 86 - 30027 San Donà di Piave (VE) - tel. 0421 338 980 - Organismo di Formazione accreditato dalla Regione del Veneto