Un inizio alla grande!

Mercoledì 11 settembre abbiamo accolto e dato il benvenuto alle ragazze e ai ragazzi delle classi prime.

Abbiamo iniziato...e lo abbiamo fatto alla grande!

Mercoledì 11 settembre, nella sala teatro dell’oratorio don Bosco, abbiamo accolto ragazzi e ragazzi delle classi prime, insieme alle loro famiglie, per l’avvio dell’anno formativo 2019/20.

Don Massimo Zagato ha dato il benvenuto, presentando gli educatori e i formatori, don Bosco e gli ambienti. Ha sottolineato gli aspetti fondamentali del percorso formativo ed educativo che devono contraddistinguere il cammino di ogni allieva e allievo. Ecco una sintesi del suo intervento.

Vi diamo il benvenuto! È bello iniziare insieme, per dirci cosa ci sta a cuore. Diamo prima di tutto il benvenuto ai nuovi salesiani che fanno parte di questa comunità e ai nuovi formatori che iniziano con noi il percorso formativo.

Ci troviamo qui per condividere chi siamo e cosa desideriamo fare in questo anno formativo. Siamo in una casa di don Bosco: qualcuno di voi ha già frequentato il nostro Centro, per altri è la prima volta.

Aiutati da un breve video, vediamo chi è don Bosco, la sua storia e cosa ha realizzato in 200 anni. Siamo, come salesiani, figli di un santo sognatore, per donare la sua vita agli altri. Decide di dedicare la sua vita ai giovani, avviando scuole, oratori e attività per far crescere i ragazzi fino a diventare uomini.

Don Bosco è a San Donà di Piave da più di 90 anni: qui si impara un mestiere, si apprende facendo. Lo stile è legato ad un clima di famiglia e il desiderio è di educare tutta la persona. Vogliamo che tutti si sentano accolti e accompagnati.

Chiediamo il rispetto delle persone e delle cose, la buona educazione, il fare bene tutto quello che viene chiesto, non solo quello che piace. Si vuole cercare insieme il bene e il meglio.

La metà del percorso è la competenza professionale, la maturità umana e la coscienza cristiana. Sono obiettivi che vanno insieme, perché si completano tra loro.

Noi ci impegniamo a realizzare un ambiente educativo: sono presenti persone a cui i ragazzi possono affidarsi, ogni giorno. Ci sono insegnanti bravi, preparati, che si aggiornano costantemente. I laboratori sono in linea con quanto richiedono i diversi settori professionali, moderni e attrezzati al meglio. La didattica attiva, attraverso strumentazioni e attività di aula, completa la nostra offerta formativa.

A voi chiediamo la condivisione degli obiettivi, delle finalità e la collaborazione reciproca: è necessaria la disponibilità dei ragazzi e una buona alleanza tra genitori e insegnanti.

Non esistono scuole di serie B: conta lo stile con cui si sta in una scuola, a tutti è chiesto di darsi un orizzonte, nelle piccole scelte di ogni giorno. Essere qui è un dono e una responsabilità, poiché alcuni non hanno avuto la possibilità di essere qui come voi. Il tempo è (soprattutto) nelle vostre mani: sono loro responsabili delle scelte che faranno.

Alcuni consigli: si parte tutti da zero, si parte tutti insieme; una parola d'ordine è "adesso", non aspettare per impegnarsi; sforzatevi a stare alle proposte che si faranno, fidatevi, soprattutto della proposta formativa, per far crescere ognuno nella sua integrità; la fatica ripaga, anche nella misura in cui si fa squadra, perché siamo tutti compagni di squadra in un cammino condiviso.

Prof. Alessandro Ferro

  • anno formativo 2019-20

SEGUICI SUI SOCIAL

             

CFP CNOS-FAP DON BOSCO - via XIII Martiri, 86 - 30027 San Donà di Piave (VE) - tel. 0421 338 980 - Organismo di Formazione accreditato dalla Regione del Veneto