Velocità, non solo precisione

Attività di Autocad con le classi terze motoristi

Non solo precisione, ma soprattutto velocità nel disegno. Per farlo capire ai ragazzi ho proposto alle classi 3B e 3C, sufficientemente esperti del software cad, una nuova modalità di verifica: insolita e dinamica. Hanno dovuto realizzare diversi disegni geometrici in pochissimi minuti che, di volta in volta, venivano proiettati alla lavagna; si sono dovuti misurare con il tempo, escogitando strategie vincenti e controllando ansia ed emozione. Con loro sono riuscito, a fine prova, a mediare il risultato e a ragionare sulle fasi della stessa. Riporto in seguito alcuni commenti dei ragazzi.
 
Nicola Orazio (3B): la prova è stata divertente, ho fatto un po’ di confusione sul primo esercizio perchè avevo solo un minuto per farlo, poi ho trovato la giusta strategia che mi ha permesso di disegnare con più calma e recuperare il tempo perso. La prova ha dimostrato che anche le cose semplici, se proposte in certe condizioni, possono diventare complicate. Questo tipo di verifica aiuta a ragionare sotto pressione.

Enea Llazo (3B): la prova a tempo di Autocad è stata spaventosa, ma solo nella fase iniziale, poi sotto sotto si è rivelata semplice. Come qualsiasi “nuova esperienza”, all’inizio c’è sempre la paura di non farcela o di sbagliare, ma dopo aver fatto qualche esercizio diventa un gioco.
 
Elsa Penzo (3B): prima di conoscere la consegna mi sono un pò agitata, pensando alla difficoltà del compito; quando ho visto che in realtà era semplice mi sono calmata e sono riuscita a risolvere la prova nel tempo stabilito. È stata una grande prova personale. Alla fine mi sono pure divertita.
 
Luca Milani (3C): La prova a tempo è stata diversa dalle solite verifiche a cui eravamo abituati, non c’era un modello da replicare ma una serie di disegni geometrici che venivano assegnati a tempo. Ogni 2-3 minuti ci veniva assegnato un nuovo disegno e, se non riuscivamo a finirlo nel tempo stabilito, dovevamo lasciarlo per riprenderlo più avanti, sempre se riuscivamo ad avanzare secondi tra un disegno e l’altro. Devo dire che per me l'inizio di questa prova è stato veramente difficile dato che, considerando il tempo che passava, non ero molto lucido nel pensare all’esecuzione del disegno. È necessario specificare che, disegno dopo disegno, aumentava la concentrazione ma anche i tempi non mi spaventavano più, la voglia di farcela e di concludere ciò che mi era stato assegnato era sempre più forte. Alla fine della prova, a differenza di altre materie, non mi sembrava nemmeno di aver fatto un test grazie a come è stato pensato dal prof.

Angelo Cremasco (3C): L’esercitazione a tempo che ci ha proposto il prof. Burato è stata un’esperienza particolare perché non è stata la classica verifica ma la posso definire una sfida contro se stessi per riuscire a disegnare con un limite di tempo che ti metteva pressione e faceva ragionare meglio. Ho provato la stessa sensazione di quando, durante lo stage, preparavo una macchina di un cliente che la stava aspettando in ufficio. Penso sia un’esperienza da rifare!

 

 Prof. Emanuele Burato


     

SEGUICI SUI SOCIAL

             

CFP CNOS-FAP DON BOSCO - via XIII Martiri, 86 - 30027 San Donà di Piave (VE) - tel. 0421 338 980 - Organismo di Formazione accreditato dalla Regione del Veneto